Pensieri Sparsi

silenziose parole lasciate al rumore del tempo…

Archivio per settembre, 2008

La tecnologia imperversante

Trascrivo un pensiero scritto circa un mese fa:

A volte fatico a ricordare com’era il mondo anche solo una decina di anni fa, senza alcune delle tecnologie alle quali sono abituato e non riuscirei più a fare a meno. Ad esempio internet; meno diffuso del cellulare perché vittima di limiti di portabilità, ma enormemente più utile.
Penso alla musica, ai primi anni 90 ad esempio, gli anni in cui trovo molti tra i brani che prediligo. La tecnologia che vi gira attorno è cambiata tanto, ma credo che la musica si facesse meglio allora che oggi.
Ma ognuno è sempre figlio della propria epoca. Senza andare troppo indietro, talvolta mi capita di pensare a dovesse essere quando i miei genitori erano ragazzi, quando persino le auto erano ancora rare. Ma credo che, per quanto una parte di noi resti ferma alla propria giovinezza, al proprio momento migliore, non si possa non adattarsi al mutare dei costumi, della società, del mondo. E come io già fatico a ricordare di 15 anni fa, mi sembra che loro abbiano della loro infanzia solo un ricordo quasi fuori della realtà.

La gente dimentica in fretta.

Citazione

Dobbiamo trovare il tempo ed il coraggio di riflettere sull’irrazionalità del “progresso” che distrugge la nostra vera e originaria fonte di vita.

Questa frase è tratta da un articolo di Vandana Shiva, scritto sul mensile di Legambiente. Mi è subito piaciuta molto e per quanto trattasse di un argomento specifico, credo sia universalmente applicabile.