Pensieri Sparsi

silenziose parole lasciate al rumore del tempo…

Archivio per gennaio, 2022

Il COVID per noi

Ma quella faccia un po’ così
quell’espressione un po’ così
che abbiamo noi
prima di prendere il COVID

e ogni volta ci chiediamo
se quel posto dove andiamo
avranno igienizzato bene lì dove ci sediamo

e diffidenti siamo un po’
di quella gente che c’è là
chissà che non ci capiti in mezzo un no vax

ma la paura che ci fa quel male oscuro
che se ti distrai ti fotte
e sembra che non passi mai

Il COVID per noi
che l’avevamo visto da lontano
e durante il lockdown stavamo bene
era poco di un’influenza stagionale
Il COVID pensavamo, tanto poi passerà

quella faccia un po’ così
quell’espressione un po’ così
che abbiamo noi
dopo che abbiamo preso il COVID

quel tampone che gira nel naso
circospetti attendiamo un po’
colpevoli ci sentiamo poi

positivo, iniziano 10 giorni di follia
febbre tosse astenia
gusto e olfatto che vanno via

e intanto con i figli chiusi in casa
con i compiti e la DAD da fare
lasciaci tornare a lavorare!
qui i giorni sembrano tutti uguali

in attesa di quel tampone
che ci potrà liberare e
tornare alla normalità è un sogno
e poi come un lampo
positivo, di nuovo???

ma quella faccia un po’ così
quell’espressione un po’ così
che abbiamo noi
che abbiamo fatto il COVID

Testo di Alessandro Vecchi, ispirato da “Genova per noi” di Paolo Conte